Home/BACHECA


BACHECA


Scrivi un ricordo che hai di Stefano,
e se vuoi aiutare anche l’associazione scrivi i tuoi consigli e le tue proposte!

Stefano un nome ,una persona speciale, i ricordi che ho di lui sono infiniti…il primo è che quando lui veniva a scuola la mattina aveva sempre il suo meraviglioso sorriso , e la giornata gli sorrideva sempre, che io mi ricordo non lo mai visto non sorridere nemmeno una volta, il secondo che qualunque cosa facesse ci metteva tutto l’impegno e la positività che ha sempre ,come l’allegria che non gli mancava mai…!!! ma soprattutto era un grande amico..il migliore …e per me lo resterà per tutta la vita..perchè so che lui da lassù ci guarda e ci sostiene sempre, in qualsiasi situazione,in qualsiasi cosa che facciamo è sempre con noi ..!!! Ste resteraì per sempre nel mio cuore, e nei cuori di tutti noi , perchè eri semplicemente unico..!!! ti voglio un mondo di bene..e mi manchi tantissimo..anche se so che mi sei accanto e che ci proteggi da lassù..ciao STE..<3

Continua a guardarci Stefano, perchè tante sono le ingiustizie del nostro mondo. Negli anni non sarai solo un ricordo ma una realtà, la realtà è che la vita può essere dura, che non siamo immortali.

Molte volte pensi che la morte non faccia parte di questo mondo, si fanno progetti e progetti, e poi?

ti ho incontrato quando sostituivi tua madre nel suo lavoro, all’edicola, a volte si parlava del calcio e di te. Parlavamo di quando andavi a scuola qui, proprio qui, a Lammari. Ora ci hai lasciato un vuoto nel cuore.

Quei lenzuoli bianchi appesi ai lecci del piazzale di Lammari,li ho nel cuore. Quante amicizie avevi diffuso intorno a te
Io penso ad un incubo da cui non riesco a svegliarmi.

Stefano: un ragazzo di 18 anni, un amico, un compagno di scuola, un figlio! Nella vita ci sono straordinari casi, che non possiamo capire.

Un amico, un conoscente, quasi un fratello, che quel giorno maledetto si è spento nel nulla, in una frazione di secondo. Quando venivi a casa mia a vedere la Juve, ho conosciuto molto bene la tua gioia se segnava Del Piero; le tue urla nonle sentiremo più ora sono io ad urlare il mio dolore.

Non ti ho conosciuto, ma sono triste lo stesso. Ti eri appena affacciato alla vita e un incidente te l’ha sottratta.

qualche anno fa eri fra questi banchi, come noi, ora il tuo spirito è volato

voglio però ricordarti com’eri, pensare che ancora vivi, voglio pensare che ancora mi ascolti, che come allora sorridi

Ste, come stai?? mi manchi tanto! anche se sono sicuro che mi sei sempre vicino, la tua presenza la sento, non sai quanto ti voglio bene! Vienimi a trovare in un sogno, ho troppa voglia di vederti e parlare con te! a presto…
se potrò impedire a un cuore di andare in pezzi non avrò vissuto invano. Se saprò alleviare le sofferenze di una vita o guarire una pensa, o aiutare un pettirosso caduto a tornare nel nido non avrò vissuto invano.
Emily Dickinson

 

Quando parliamo dei Giovani pensiamo sempre che sono irresponsabili, superficiali i cosiddetti bamboccioni. Non è vero, i ragazzi troppe volte vengono lasciati soli, se vengono responsabilizzati e motivati danno delle risposte sorprendenti. Lo possiamo vedere anche nella nostra associazione, ogni volta che vengono chiamati in causa con la loro partecipazione e il loro entusiasmo nel fare le cose non finiscono mai di stupirci. Stefano hai dei belli amici!

 

tanti ricordi riempiono il mio cuore ma il più bello, la tua risata spensierata.

 

Ogni mese,ogni anno,ogni giorno,ogni ora io mi ricorderò per sempre di te e di quello che mi hai dato… anche se non te l’ho mai detto … GRAZIE!, di aver fatto parte della mia vita.

 

mi manchi un casino ogni giorno penso a te… Stefano resterai sempre uno di noi!

 

Non si viene ricordati per quanto tempo si vive, ma come sii vive. Stefano con i tuoi 18 anni vissuti tanto intensamente hai lasciato di te un bellissimo ricordo in tutti quanti.

 

il nostro tempo si è fermato a quella notte spero che tu mi veda come io vedo te, ti chiedo perdono.

 

Ciao Ste… ci siamo conosciuti in classe,all’inizio eri come un pesce fuor d’acqua ma ti sei ambientato subito, ora ci manchi, ci manchi tanto! Non ti dimenticheremo mai. Un grande bacio…

 

Ciao Stefano, ricordo ancora quando mia mamma era incinta e bosognava scegliere il nome del bimbo e tuo fratello mi disse di chiamarlo come te: e cosi è stato…

 

Tu non ci sei più ma so che continuerai a proteggerci da lassù dove ormai nessuno può farti più male.

 

Un abbraccio infinito ad un ragazzo sorridente che amava il calcio.